PARIS FASHION WEEK SS21: COSA CI È PIACIUTO

7 October 2020 - Suitex

Parigi è una città magica, che negli anni ha ispirato scrittori musicisti, poeti, artisti e, naturalmente, stilisti. Nel 2006, l’uscita del film Il diavolo veste Prada contribuisce a rendere ancor più celebre la già famosa la canzone degli U2 City of blinding lights. Tuttavia, anche oggi, come ogni anno, in questa Fashion Week tanto difficile a causa della situazione sociosanitaria mondiale, continuano a risuonare nella nostra testa quelle strofe come se fossero un’anteprima delle splendide collezioni della Spring 2021 Ready To Wear parigina: «Oh, you look so beautiful tonight. In the city of blinding lights». Diciannove sfilate e venti presentazioni, alcune delle quali trasmesse anche in formato digital. Parigi si impegna tanto nelle collezioni, splendide davvero, quanto negli allestimenti delle passerelle.

 

Ma quali sono i look che ci hanno abbagliato di più? Scopriamolo insieme!

 

CHRISTIAN DIOR

Look Christian Dior. Credits by Vogue Runway

La Spring 2021 di Dior viene presentata dalla sua iconica designer Maria Grazia Chiuri con delle parole molto profonde e sentite: «Dobbiamo approcciare questa collezione con un’idea che va al di là del design. Stiamo vivendo in un modo diverso e restiamo più a casa con la nostra intimità. I nostri vestiti devono riflettere questo nuovo stile di vita». Il sentore di tutta la sfilata è vagamente retrò. Gli abiti sono per lo più lunghi, trasparenti, leggeri, e vestono bene sia la donna romantica che quella più trasgressiva e metropolitana.

 

KENZO

Look Kenzo. Credits by Vogue Runway

Per la maison giapponese di proprietà del gruppo LVMH, questa fashion week passerà alla storia a causa della morte, a distanza di pochissimi giorni dalla sfilata, del suo celebre fondatore, Kenzo Takada. Felipe Oliveira Baptista, il designer che dal 2019 ne segue la direzione creativa, rielabora per la Spring 2021 le stampe d’archivio di papaveri e ortensie. Modelli e modelle sfidano la pioggia schermati da enormi copricapi che ricordano quelli utilizzati dagli apicoltori. L’ispirazione è un continuo anelare tra ottimismo e malinconia, tipico dei tempi moderni.

 

HERMÈS

Look Hermès. Credits by Vogue Runway

La collezione, disegnata dalla designer francese Nadège Vanhée-Cybulski, racconta la storia di una donna forte, che ama coprire il proprio corpo con armature contemporanee, chic e protettive al tempo stesso. Assistiamo al grande ritorno del collo alto, delle camicie squadrate dallo stampo militare, dei tubini accollati ma con il vezzo della schiena nuda, dei body sgambati che svelano i fianchi. La palette è monocromatica sui toni del beige e del nero. Il pezzo forte finale è il grembiule in pelle.

 

AKRIS

Look Akris. Credits by Vogue Runway

Lo storico marchio svizzero, fondato nel lontano 1922 a St. Gallen e oggi già alla terza generazione, durante questa fashion week è riuscito davvero a stupirci! La collaborazione tra il direttore creativo Albert Kriemler e l’eminente pittore tedesco Imi Knoebel rende i look davvero originali e innovativi. Look fosforescenti in techno cotone, lino, seta e lustrini, che fotografati a luci spente sono in grado di mostrare tutte le loro proprietà luminescenti.

 

CHANEL

Look Chanel. Credits by Vogue Runway

«La moda passa, lo stile resta» è una delle più celebri affermazioni di sempre di Coco Chanel. In questa fashion week la designer Virginie Viard reinterpreta i pezzi culti della maison, per mantenere un fil rouge con questo pensiero. I pantaloni, si alternano a bermuda e gonne corte, tutti abbinati al classico e intramontabile giacchino di tweed. Non mancano i tailleur in pelle, gli abiti leggeri e le mise più eleganti.

 

LOUIS VUITTON

Look Louis Vuitton. Credits by Vogue Runway

I look proposti per la prossima stagione primaverile 2021 dal designer francese Nicolas Ghesquière descrivono una donna forte che non deve aver paura né della sua femminilità né del suo lato androgino. Colpiscono molto infatti le maglie oversize che richiamano all’azione: “vote”, “drive”, “skate”. Allo stesso tempo, sfilano tailleur con lustrini e inserti in pelle.

Back to all news blog