MILAN FASHION WEEK SS21: COSA CI È PIACIUTO

28 September 2020 - Suitex

La Milan Fashion Week Spring/Summer 2021, dopo aver raccolto il testimone dalla London Fashion Week si conclude oggi, passandolo a Parigi, e mai come al momento attuale è stata caratterizzata dalla ricerca di nuovi format, in un mix tra virtuale e reale. Il calendario è fitto, ben 64 sfilate, di cui 23 fisiche e 41 digitali.

Alcuni brand hanno deciso di sfilare appunto dal vivo, ma in location esclusive e con un numero di invitati strettamente selezionato. Stiamo parlando, tra i più noti, di: Fendi, N°21, Alberta Ferretti, Dolce & Gabbana, Blumarine, Max Mara, Etro, Boss, Ports 1961, Philosophy di Lorenzo Serafini, Salvatore Ferragamo, Valentino.

Molti invece coloro che hanno optato per il digital: Missoni, DSquared2, Genny, Emporio Armani, Anteprima, Prada, Luisa Beccaria, Vivetta, GCDS, Tod’s, Marni, Elisabetta Franchi, Versace, Philipp Plein, Ermanno Scervino, Emilio Pucci, Moschino, Annakiki, Laura Biagiotti, Giorgio Armani, MSGM, MM6 Maison Margiela.

 

Quali sono le nuove tendenze e quali i look che ci sono piaciuti di più? Ve ne sveliamo alcuni!

 

MAISON FENDI

Look Fendi. Credits by CNMI

Silvia Venturini Fendi firma una collezione che si riconferma essere elegante e decisa, puntando tutto su colori tenui e raffinati. Bello il contrasto tra il bianco del cappotto e il rosa shock o il giallo senape degli accessori.

 

DOLCE & GABBANA

Look Dolce&Gabbana. Credits by CNMI

Durante questa Fashion Week assistiamo al grande ritorno in calendario dei due iconici stilisti. La collezione P/E 2021 è molto interessante e diversa, non tanto in tema di colori o stile, sempre barocco e legato alle ispirazioni siciliane, quanto piuttosto in tema di contrasti, grazie al ricorso a patchwork e sovrapposizioni di accessori.

 

BLUMARINE

Look Blumarine. Credits by CNMI

Alzi la mano chi non ricordava con nostalgia i cardigan bordati in pelliccia di Blumarine! In questa collezione tornano accompagnati da bellissime cinture con cristalli, facendoci ripensare alla leggerezza dei primi anni 2000, sia per i colori che per i tessuti utilizzati.

 

MAX MARA

Look Max Mara. Credits by CNMI

Che dire, Max Mara è da sempre sinonimo di donna forte ed indipendente ma con eleganza e gusto. Anche questa collezione non delude le nostre aspettative, e propone come novità cappotti e maglie dalle maniche svasate e lunghe. I colori invece restano sulle medesime palette, dall’ocra al nero e al bianco.

 

GIORGIO ARMANI

Look Giorgio Armani. Credits by SkyTg24

La sfilata di Giorgio Armani di questa stagione merita di essere ricordata non tanto e non solo per i look proposti, quanto per il format innovativo. Infatti, la maison ha trasmesso in prima serata il fashion show in diretta televisiva, anticipata da un mini – documentario sulla vita dello stilista e seguita poi dal film American Gigolò, con protagonista Richard Gere, pellicola degli anni ’80 che consacrò in tutto il mondo il Made in Italy e lo stile Armani.

 

GCDS

Credits by @fedez Via Instagram

Rimanendo in tema di format innovativi, impossibile non citare GCDS durante questa fashion week. La sua scelta è stata quella di sviluppare una sfilata totalmente in 3D, con tanto di ospiti virtuali, da Fedez a Chiara Ferragni, Dua Lipa e Hello Kitty. I modelli sono avatar e non tutti con sembianze umane. Il brand di Giuliano Calza propone ispirazioni retrò, soprattutto anni ’60 e ’80, con dettagli iconici come margherite, foglie di marijuana, vinile, latex e strass arcobaleno.

 

SALVATORE FERRAGAMO

Look Salvatore Ferragamo. Credits by CNMI

Chiudiamo in bellezza parlando di un brand che da sempre è sinonimo di artigianalità e Made in Italy. La sfilata di questa stagione, tenutasi alla Rotonda della Besana, si apre con un interessante cortometraggio diretto da Luca Guadagnino che è un elogio alla capitale della moda lombarda. I look sono chic ma molto semplici e geometrici. Nel défilé non solo la famosissima Maria Carla Boscono ma anche modelle curvy, che ben esaltano la femminilità di alcune proposte in pelle del marchio toscano.

Back to all news blog